Consiglio di Istituto

Il CONSIGLIO DI ISTITUTO elabora e adotta gli indirizzi generali per l’organizzazione e la programmazione della vita della  scuola. La sua composizione e le sue funzioni sono previste dal D.lgs 297/1994.

Si rinnova ogni tre anni, tranne che per la componente studentesca, il cui rinnovo è annuale.

Il Consiglio di Istituto è composto da 19 membri:

  •  la Dirigente Scolastica

    Agnese Nadia Canevari

  • 4 rappresentanti della componente genitori:

Cravidi Alberto  – con funzioni di    Presidente

Vercesi Rossella – con funzioni di Vice Presidente

Delfitto Manuela

Passarella Carla

  • 4 rappresentanti della componente studenti

Brega Tommaso

Cagnoni Elisa

Campagnoli Luca

Guasconi Davide

  • 8 rappresentanti della componente docenti:

Bigoni Nunzia

Defilippi Andrea

Faggi Sara

Faravelli Rita

Marchesi Daniele

Montinari Elena

Rovati Piera

Smeraldi Laura

  • 2 rappresentanti della componente A.T.A.:

Gilari Katia

Grosso Maggiorino Salvatore

Svolge le seguenti funzioni:          
–   elabora e adotta gli indirizzi generali per l’organizzazione e la programmazione della vita della scuola
–   determina le forme di autofinanziamento della scuola
–   delibera il bilancio preventivo, il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico
–   approva il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) elaborato dal Collegio dei docenti

  • delibera in merito all’organizzazione e alla programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, nelle seguenti materie:
    • adozione del regolamento interno
    • acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche e dei sussidi didattici,
    • adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
    • criteri generali per la programmazione educativa;
    • criteri per la programmazione e l’attuazione delle attività parascolastiche, interscolastiche, extrascolastiche, con particolare riguardo ai corsi di recupero e di sostegno, alle libere attività complementari, alle visite guidate e ai viaggi di istruzione;
    • promozione di contatti con altre scuole o istituti al fine di realizzare scambi di informazioni e di esperienze e di intraprendere eventuali iniziative di collaborazione;
    • partecipazione ad attività culturali, sportive e ricreative di particolare interesse educativo;
    • forme e modalità per lo svolgimento di iniziative assistenziali